Ottica - Servizi

Prenotazione Appuntamenti

Scegli il servizio, e compila il modulo qui a fianco per prenotare un appuntamento nell’orario a te più ideale.

Laboratorio riparazioni

Saldature occhiali in metallo – sostituzioni aste universali – incollaggio componenti rotti – montaggio filtri solari -riadattamento lenti per cambio montatura – lucidatura montature – sostituzioni viti.

Misurazione della vista

Vieni a fare un controllo della vista direttamente in negozio previo appuntamento.

Prima di procedere con l’acquisto di un nuovo paio di occhiali o di lenti a contatto, è consigliabile effettuare un controllo della vista per verificare se ci sono state eventuali variazioni.

La competenza acquisita in generazioni di attività è a vostra completa disposizione , per soddisfare ogni esigenza e risolvere ogni eventuale problema.
Qualora riscontrassimo delle problematiche da noi non risolvibili sarà nostra cura consigliavi un esperto oculista che faccia al caso vostro.

Applicazione lenti a contatto

Ti insegniamo ad applicare e a rimuovere le lenti a contatto direttamente in negozio.

Puoi prendere un appuntamento in negozio per imparare a metterle e a rimuoverle.Ti suggeriremo tutte le tecniche per evitare contaminazioni e mantenere le tue lenti sempre pulite.

Se sei in dubbio, ti forniamo a titolo gratuito campioni idonei alla correzione della tua ametropia, per una completa soddisfazione.

Trattiamo lenti giornaliere mensili e semestrali delle migliori marche

AlconCoopervisionZeissEikon

Lenti

Lo stile di vita e le attività svolte quotidianamente sono fattori importanti nella scelta delle lenti

Geometrie evolute: La gamma di lenti progressive personalizzate a doppia superficie integrata FreeForm forniscono una visione nitida e rilassata a tutte le distanze nonché un passaggio naturale tra il vicino, l’intermedio e il lontano

metodo d’uso: Un’ abitudine essenziale è quella di guardare nell’area della lente progressiva corrispondente ad ogni distanza:  se si vuole vedere da lontano, si dovrà guardare attraverso la parte superiore della lente, che corrisponderà al centro ottico del lontano. Tuttavia, se volete vedere da vicino, dovrete guardare attraverso la parte inferiore della lente.

La scelta di ricorrere ad’una lente progressiva o meno varia in base alla necessità, le abitudini visive del paziente e lo stile di vita.

Da una ricerca emerge che il 44% degli italiani al di sopra dei 40 anni è affetto da PRESBIOPIA, una situazione fisiologica dovuta all’invecchiamento causata sia dal muscolo dell’occhio, che diventa meno elastico,che dal cristallino che anch’esso diventando più rigido e non è più in grado modificare la propria forma necessari alla messa a fuoco sull’oggetto.

Le semplici azioni quotidiane quali leggere il giornale e guardare la TV, o consultare un menù al risporante e contemporaneamente mettere a fuoco ciò che ci circonda, diventa impossibile se non ricorrendo a due paia di occhiali, alternandoli, a seconda delle circostanze.

Il vantaggio principale che da’ l’uso delle lenti progressive, oltre alla comodità di avere un unico paio di occhiali per tutte le distanze, è la sicurezza psicologica di poter controllare l’ambiente circostante in tutte le sue dimensioni, sia in prossimità che in lontananza.

Per ogni lente multifocale vengono rilevati dei parametri di centratura fondamentali, che servono a montare la lente nella posizione corretta, per garantirne la funzionalità. Questi sono la distanza tra gli occhi, l’altezza del centro
pupillare rispetto al bordo inferiore della montatura e la postura della persona quando legge; questa ultima rilevazione è utile per determinare il posizionamento della zona per vicino. Più la lente è complessa, maggiori saranno i parametri che serviranno a costruirla

sferiche

La  lente sferica è una lente sferica con un’unica focale. Le aberrazioni periferiche, che si traducono in visione non nitida, possono essere ridotte mediante geometrie piu evolute come la geometria asferica e l’utilizzo di materiali piu sottili e leggeri.

Questa lente può essere impiegata per lenti da lontano o da lettura con prescrizioni basse ed elevate.

 Le lenti monofocali in materiale plastico possono ridurre il peso degli occhiali fino al 40% rispetto alle lenti in vetro.

Le lenti indoor nascono per quelle persone che passano molte ore in ufficio e devono alternare frequentemente la visione dal computer (o con distanze medio-vicine) a distanze di lettura; sono lenti dette a profondità di campo,

Una lente “Indoor” o “Office” rispetto ad una lente multifocale dedica uno spazio molto più ampio alla visione intermedia, rispetto ad una multifocale le cui priorità sono la visione da lontano e da vicino, con una zona meno ampia per le mezze distanze.

Rispetto ad una multifocale avremo nella parte superiore della lente un potere dedicato alla mezza distanza (che può variare da 1 metro fino ai 4 metri), e nella parte inferiore della lente il potere diottrico necessario per la lettura.

La scelta del potere della media distanza varia in base alle necessita del soggetto, ad esempio un insegnate ha la necessita di leggere e allo stesso tempo di vedere gli studenti, quindi sarà consigliabile una lente con una visione fino a 4 metri. Un persona che lavora in ufficio avrà bisogno di 1 metro per passare rapidamente dalla distanza di uno schermo a quella di lettura.

Le lenti indoor consentono di mantenere una posizione naturale della testa e del collo, correggendo così abitudini ergonomiche errate.

Difetti visivi – ametropie

La miopia è un difetto visivo a causa del quale si vede sfocato da lontano (la visione da vicino può essere buona).

Nell’occhio normale (emmetrope) i raggi luminosi che provengono dagli oggetti distanti vengono messi a fuoco esattamente sulla retina. Nell’occhio miope, invece, questi stessi raggi cadono davanti alla retina e poi divergono: sulla superficie retinica si forma un’immagine sfocata.

Quanto maggiore è il difetto visivo, tanto minore è la distanza alla quale si vede bene. Il difetto si misura in diottrie (che nel gergo comune vengono anche chiamate “gradi”).  Nella prescrizione degli occhiali, la miopia si indica con un numero preceduto da un segno negativo (ad esempio possiamo avere :  -1.50 sf , che sta a significare che il soggetto ha una miopia di 1 diottira e mezzo).

 

Le ragioni principali della miopia sono tre:

  • bulbo oculare più lungo del normale: è la causa più comune;
  • curvatura della cornea o del cristallino maggiore della norma;

eccessivo potere refrattivo del cristallino

Nell’occhio ipermetrope i raggi luminosi provenienti dall’infinito vengono focalizzati al di là della retina (oltre il piano retinico), questo è causato da un potere insufficente di diottrie totali dell’occhio, che non fanno convergere i raggi in zona retinica.

in presenza di ipermetropia il muscolo che regola la messa a fuoco dell’occhio è costretto a compensare il difetto visivo mantenendo il muscolo contratto anche in posizione di riposo (guardando lontao), questo può causare un aumento di pressione oculare e astenopia localizzata soprattutto nella parte superiore della palpebra.

Per semplificare, potremmo definire l’ipermetropia “l’opposto della miopia”. Se la miopia incide sulla vista da lontano, l’ipermetropia invece provoca una visione offuscata degli oggetti vicini, ma non intacca la visione degli oggetti lontani (se di bassa entità), che rimane nitida. Se la miopia dipende da un occhio “lungo” che impedisce alla luce di raggiungere la retina, l’ipermetropia è dovuta a un occhio corto, il quale fa sì che la luce cada oltre il piano retinico.

Anche la presbiapia ha delle caratteristiche simile all’ipermetropia infatti alle volte possone essere confuse l’una con l’altra.

La principale differenza tra presbiopia e ipermetropia è legata all’età. Se hai più di 40 anni e inizi a constatare che non sei in grado di mettere a fuoco caratteri relativamente piccoli quando leggi, soprattutto in condizioni di scarsa illuminazione come al ristorante, probabilmente sei presbite e non ipermetrope

L’astigmatismo è un difetto di refrazione dell’occhio determinato da un’anomalia nella curvatura della cornea, la quale, anziché essere sferica, assume una forma ovoidale. Questa condizione fa sì che i raggi di luce che attraversano l’occhio vengano focalizzati su punti diversi della retina in modo non puntiforme, generando di conseguenza delle immagini sdoppiate e poco nitide, l’immagine che si forma sulla retina, non risulta la stessa in ogni punto e l’oggetto appare di forma allungata, ad esempio, un cerchio apparirà un’ellisse.

L’astigmatismo si classifica in diverse tipologie

Semplice: quando l’occhio presenta un solo difetto visivo non associato ad altri.

  • Composto: quando è accompagnato da un altro vizio refrattivo, solitamente da miopia e ipermetropia. In questo caso si parlerà rispettivamente di astigmatismo miopico: ovvero quando sono affette da miopia una o entrambe le linee focali astigmatismo ipermetropico: quando sono affette da ipermetropia una o entrambe le linee focali.
  • Misto: l’astigmatismo misto si presenta quando il primo fuoco cade davanti alla retina e il secondo cade dietro a questa.

Se l’astigmatismo è lieve, non ci sono sintomi molto evidenti e può passare addirittura inosservato. Più il disturbo è elevato, più la percezione delle immagini è sfocata e distorta a qualsiasi distanza, derivanti dal continuo cambio di messa a fuoco (accomodazione) nel tentativo di ottenere un’immagine più nitida possibile

La presbiopia è un vizio di rifrazione, dovuto alla riduzione della capacità dell’occhio di messa a fuoco da vicino.Dipende da un difetto refrattivo del cristallino causato da una perdita di elasticità che si verifica con l’avanzare dell’età, generalmente dai 40 anni in su.

Ogni anno, il cristallino, aumentando di diametro perde lo spazio che gli è indispensabile per mettere a fuoco le immagini più vicine e quindi perde la sua capacità di accomodazione (non riesce, cioè, ad aumentare la sua curvatura in modo sufficiente da consentire la visione degli oggetti vicini).

Scegli il servizio di cui hai bisogno e compila il modulo per prenotare un appuntamento con un nostro esperto che ti aiuterà in tutto il percorso.